Page 14 - UNC 2-2020
P. 14

                                 buona. E nella creazione, la ‘più buona’ delle creature, l’uomo e la donna, è cara a Dio, con tutta la sua vita. Dunque la risposta che viene dal vangelo alla domanda del mio amico è che per Dio tutta la vita è sacra, soprattutto tutta la vita dell’essere umano. Dunque, anche per noi cristiani, la vita è sacra, tutta la vita, la vita di ogni persona nella sua interezza, fisica, psichi- ca e spirituale.
Per discernere, partiamo dall’unità
Siamo qui a un punto di partenza radicale. Di fatto, nel chiederci cosa Dio ci stia dicendo in questo tempo di pandemia, dobbiamo ave- re il coraggio di partire dall’origine. Si tratta di esercitare rigorosamente l’arte del discer- nimento, che presuppone esplicitamente di allenarsi ad assumere davvero ‘lo sguardo e il cuore di Dio’, e di non limitarsi a cedere a sollecitazioni puramente emotive. La visione
della fede attinge anche a una ragionevolezza primordiale, che implica il rinnovare la consa- pevolezza della rivelazione. Ci è stato rivelato che la vita di ogni persona è sacra, e che il culto gradito a Dio è proprio l’offerta di questa vita, nel dinamismo delle vicissitudini quotidiane (cfr. Rm 12,1-2).
Più in profondità ancora, riscopriamo la mera- viglia dell’identità di Dio, che è Uno, e di que- sta unità ci fa partecipi e ci vuole protagonisti. Il Padre e il Figlio sono Uno, nella diversità delle persone, con lo Spirito Santo a noi donato, che è l’energia d’amore che ci coinvolge e immerge nell’intimità trinitaria per godere della vita di Dio. Questo processo è costantemente in atto. L’amore di Dio si concretizza nella dinamica dell’unità. In loro e tra loro, le Persone della Trinità vivono un vortice di reciproco dono e accoglienza, e non hanno mai smesso di farlo: si amano e sono se stesse amandosi. Dio è amo-
14 UNITà NELLA CARITà





























































































   12   13   14   15   16