Page 16 - UNC 2-2020
P. 16

                                gli altri che ci renda felici: ma non ne siamo capaci.
Probabilmente lo sconcerto della quarantena è nato dal fatto che questa verità ci è stata sbat- tuta in faccia, e continua ad esserlo, poiché la nostra fatica a stabilire e a custodire legami di fedeltà e di comunione ora si è incarnata anche nell’impedimento a stringere rapporti ‘corpo a corpo’. Il distanziamento fisico palesa la re- altà dei nostri cuori e delle nostre menti: sia- mo desiderosi di relazioni piene, costruttive, gratificanti, ma ci sono limiti e impedimenti che ci rendono sempre mancanti, incapaci di realizzare quest’intimo obiettivo. Ora sappia- mo tutti, per esperienza personale e condivi- sa con l’intera umanità (o quasi), che siamo esseri abilitati alla relazione, senza la quale ci sentiamo perduti; eppure siamo condizionati e frenati da confini e limiti costitutivi (quelli della nostra struttura fisica e psichica) o con- tingenti (come una pande-
mia: pur sempre avvenimenti naturali). Ma in questo senso, dentro il lockdown probabil-
mente abbiamo avuto la possibilità di accor- gerci della nostra verità, anche spirituale, nel sentirci frenati dalla paura di un contagio nella nostra brama di uscire da noi stessi. Insomma, abbiamo la possibilità di diventare più umili, più consapevoli di noi stessi, più connessi non tramite il web, ma con la nostra interiorità e verità. È una inaspettata e provvidenziale – ! – scuola di umiltà. E l’umiltà è il vero presup- posto per difendere la vita nella sua interezza e sacralità, per diventare uniti.
L’arte instancabile dell’unità
Mi pare che le dure settimane della quarantena e le fatiche di questa pandemia mondiale, che continuano, facciano emergere con forza la ne- cessità di vivere in un autentico atteggiamento di comunione, per costruire unità. Questo vale per tutti, ma per i cristiani non è uno slogan: è qualcosa di più radicale. È il nucleo dell’espe-
rienza spirituale di ciascuno e della Chiesa.
È il punto di partenza, sem- pre. Il cristiano si chiede
  Papa Francesco in questo tempo difficile ci ha guidato da vero pastore universale
 16 UNITà NELLA CARITà

























































































   14   15   16   17   18