Page 19 - UNC 3-2020
P. 19

 Pubblichiamo la parte iniziale della lettera alla Famiglia di don Ottorino, scritta dal nostro superiore generale don Venanzio, in seguito all'incontro della Consulta (Consiglio generale e Delegati), che ci sarà da guida in quest'ultimo anno di preparazione al X Capitolo
e alla II Assemblea della Famiglia di don Ottorino
C arissimi confratelli, sorelle e amici, Gesù sacerdote servo, donatosi al Pa- dre fino a dare la vita per la nostra sal-
vezza, sia in tutti voi e infonda la sua pace nei vostri cuori.
Apriamo la Lettera con la memoria grata di due nostri confratelli: don Luciano Gallinaro e il diac. Pietro Pivato, che hanno da poco rag- giunto la Pia Società del Paradiso. A loro an- diamo con il nostro ricordo riconoscente e af- fettuoso e chiediamo di farsi mediatori presso il Padre perché il nostro cammino di Famiglia sia secondo i desideri di Dio.
In questi giorni, che ancora profumano di Pa- squa, risuonano forti in noi le parole confor- tanti che Gesù ci rivolse prima di ritornare al Padre: “Non sia turbato il vostro cuore. Abbia- te fede in Dio e abbiate fede anche in me. In verità, in verità vi dico: anche chi crede in me, compirà le opere che io compio e ne farà di più grandi, perché io vado al Padre. Se mi chiede-
rete qualche cosa nel mio nome, io la farò. Io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Con- solatore perché rimanga con voi per sempre.” (Gv 14, 2.12.16)
Rinfrancati dalla certezza di poter sempre con- tare su di Lui e di operare con la forza e la luce del suo Spirito, ci siamo riuniti in Consulta a verificare la vita della nostra Famiglia per po- ter insieme guardare avanti, sintonizzati su quanto Dio ci domanda.
La particolare situazione provocata dal Co- vid-19 ci ha costretti a vivere il nostro incontro on line, modalità inedita e innovativa, ma an- che con alcuni inevitabili limiti che tale scelta ha comportato. È stato, comunque, un incontro vissuto in armonia tra di noi, all’insegna della verità nella lettura della nostra vita e denso di fiducia nelle potenzialità presenti a vari livelli nelle realtà nelle quali operiamo. Vorremmo dire che la lettura del recente passato e del pre- sente si è trasformata in provocazione e stimo-
In alto, don Venanzio mentre presenta la Lettera alla Famiglia durante l'Assemblea interdelegazionale
                                  UNITÀ NELLA CARITÀ 19
























































































   17   18   19   20   21