Page 20 - UNC 2-2020
P. 20

                                 – tutto: Parola, carità, sacramenti, comunità,... - è strumento per sostenerci in questo rappor- to. Ma sono strumenti. Siamo stati pellegrini di comunione in Dio Uno e Trino, nei nostri gior- ni di pandemia?
Verificarsi nell’umiltà
La cartina di tornasole è una crescita nell’umil- tà. Perché il rapporto con Dio, se è autentico, restituisce a ciascuno la verità prima ricordata, di una creaturalità vulnerabile e di un amore immenso gratuitamente riversato nel nostro vuoto. Così si impara a esprimere anche le proprie idee senza violenza; a proporsi corag- giosamente senza usurpare; a sostenere diritti senza abdicare ai doveri; a tessere e ricamare nel silenzio, piuttosto che esporsi in esibizioni- smi. Capiamo bene: non c’è una formula pre- costituita, non ci sono facili ricette né risposte preconfezionate. C’è uno stile, da accogliere e assumere come dono e vocazione, e da chiede- re poveramente ogni giorno di provare a vive- re, prima di tutto con chi ci sta accanto.
A me pare che per di qui debba andare la no- stra ricerca della volontà di Dio in questo tem- po. Dio è con noi, soffre con noi e lotta con noi. La sua gloria è che l’uomo, ogni uomo, a co- minciare dal più debole, viva. La sua volontà, quindi, è la sua presenza accanto a noi. Meglio, dentro di noi: Dio abita i nostri cuori, non gli eventi esterni del nostro esistere. E ci dona gli occhiali giusti per leggere gli eventi, che diven- tano kairos, opportunità di salvezza a secon- da di come noi ci stiamo dentro. Ecco allora il DNA e la manifestazione di questa presenza: l’unità nella carità! Che significa ordinaria e quotidiana attenzione a essere e fare comunio- ne, perché si generi l’energia dell’amore che permette di affrontare ostacoli e intemperie senza misura. Anche la morte. Anche la morte in solitudine dei nostri cari. Anche il senso di smarrimento e di inutilità che ci angoscia più ancora della malattia fisica.
La vera vita nel Risorto
La vita piena, la vita ‘una’, non è quella che si esaurisce in questo mondo, né è prevalente-
20 UNITà NELLA CARITà




























































































   18   19   20   21   22