Page 38 - UNC 2-2020
P. 38

                                  Una serie di
flash, scattati nella comunità di Bancalari, sulla figura diaconale
di Piero, uomo di Dio sempre vicino alla gente, vero sacramento di Gesù servo di tutti
Piero con i fratelli religiosi e a destra, vicino alla bara la sua bicicletta, simbolo del suo andare tra la gente
 Ho potuto stare in Argentina per un bel periodo, più di quanto faccio di solito. Sono grato per questa volta. Per molte ragioni. Soprattutto per aver accompagnato la partenza del diacono Piero, condividendo l'ul- tima Messa di saluto a Bancalari.
Ringrazio Dio perché nella mia famiglia reli- giosa ho ricevuto luce per il mio cammino da persone diverse con le quali ho condiviso la vita in questi anni. Voglio dire, oggi e qui in Guatemala, che il diacono Piero continua a il- luminarmi nel seguire Gesù. Piero ha cammi- nato e pedalato il quartiere. Ha visto, ascoltato e toccato la sofferenza delle persone.
Vorrei dire di lui che è un uomo che è passato facendo del bene. È passato facendo del bene.
In un breve momento all'interno della Messa d'addio, alcune persone hanno condiviso que- ste testimonianze della vicinanza di Piero: "Eravamo in qualche guaio in famiglia e non sappiamo come, ma Piero arrivava".
"Durante l'alluvione, con l'acqua fino alla vita, Piero passava visitando le famiglie, chiedendo come stessero e di che cosa avessero bisogno". "Quando arrivava al municipio, il sindaco già sapeva che era perché qualche famiglia del quartiere era rimasta senza casa a causa di un incendio o per altri motivi".
"Trovava sempre qualche aiuto. Non avevamo un posto dove vivere, solo affittavamo. Piero mi chiese che ci incontrassimo alle 14.00 in un angolo del quartiere. Pensavo che avremmo
38 UNITà NELLA CARITà
























































































   36   37   38   39   40