Page 4 - UNC 3-2020
P. 4

                                 ENNIO MORRICONE, UOMO
DI FEDE
 Universalmente conosciuto per essere autore di brani musicali che sono diventati patrimonio della nostra epoca e sono penetrati nell'ani- ma di tutti. La sua morte è diventata notizia di primo piano e per vari gior- ni abbiamo riascoltato le musiche da lui composte che facevano da sottofon- do a molti celebri film.
Uomo mite e schivo non era molto avvezzo alla celebrità, ma nello stes- so tempo non ha mai avuto timore di mostrare la sua grande fede. Una fede semplice e profonda ereditata dai suoi genitori e maturata personalmente nella pratica cristiana condivisa con l'amata moglie e i figli.
Era una fede intimamente legata an- che alla sua musica. Così ha detto in una intervista: «La musica è sicura- mente vicina a Dio. Nello stesso tem- po la musica è proiettata nell’anima e nel cervello dell’uomo. Gli permette di meditare. Il discanto, il falso bordone provengono dai primi trattamenti po- lifonici del canto gregoriano. Da lì è nata la musica occidentale. La musica è l’unica vera arte che ci avvicina vera- mente al Padre eterno, e all’eternità. Lo dico a me stesso, e qualche volta a mia moglie, che la musica già esisteva, tut- ta! La musica che è stata scritta e sarà scritta. È il compositore che l’ha presa, e la prenderà! Secondo la propria epo- ca, secondo il momento in cui egli scri- ve e secondo la civiltà e lo stato della ricerca musicale del suo tempo. La mu- sica è già esistente anche se non c’è».
(a cura di L.B.)
  4 UNITÀ NELLA CARITÀ
 



























































































   2   3   4   5   6