Il Carisma

Il Carisma

Gesù Sacerdote Servo

Gesù
sacerdote servo

Ebrei 10, 5-7
Filippesi 2, 5-8

Una rivoluzione

Don Ottorino era un innamorato di Gesù e del vangelo. Era consapevole di avere ricevuto da Dio uno specifico dono di grazia, un carisma particolare.
Sentiva che il Signore lo aveva chiamato a iniziare qualcosa di nuovo: “Dobbiamo fare una rivoluzione!”, amava dire ai suoi ragazzi.

La volontà di Dio

Quando fu fatta una ricerca tra tutti i suoi religiosi sulla domanda “Qual è l’aspetto della figura di Cristo che più ha richiamato l’attenzione e appassionato don Ottorino?”, la risposta, si può dire unanime, di tutti i religiosi è stata: “il Cristo che fa la volontà del Padre, che si offre per fare la volontà del Padre“.

Il mistero che lo appassionò

L’aspetto del mistero di Cristo, infatti, che più appassionò don Ottorino fu questo: Gesù che compie perfettamente la volontà del Padre, donandosi fino alla morte per salvare gli uomini.
Cristo entrò nel mondo dicendo:

«Ecco io vengo a fare, o Dio, la tua volontà» (Ebrei 10, 7) e «spogliò se stesso, assumendo la condizione di servo… facendosi obbediente fino alla morte e alla morte di croce» (Filippesi 2,7-8).

Gesù sacerdote servo

Gesù è l’unico e autentico sacerdote che realizza la comunione tra noi e Dio con l’offerta della propria vita.

Egli esercita il suo sacerdozio come servo, solidale con gli uomini in tutto, eccetto il peccato, fino a morire con noi e per noi: «Il Figlio dell’uomo non è venuto per essere servito, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti» (Marco 10,45).

Il carisma di don Ottorino e della sua Famiglia rivela dunque al mondo il volto di Gesù sacerdote servo.
E’ la diaconia del Padre, rivelata nell’incarnazione del Figlio, che continua ad agire per opera dello Spirito Santo nella Chiesa serva dell’umanità.

la Famiglia di don Ottorino