Guatemala Città 14 dicembre 2020

 Cari padrini e madrine, un abbraccio a voi con tanto affetto da questo pezzettino di mondo che è Guatemala. Abbiamo il cuore pieno di gratitudine per la fraternità che continuamente manifestate a favore del CECPO. Grazie perché, assieme a voi, ci siamo “preoccupati di ciò che è veramente nobile, amabile e lodabile”, come dice S. Paolo (Fil.4,8).

Anche da noi quest’anno è stato segnato dalla pandemia che ha fatto si, che la vita prendesse altra direzione; le attività normali furono sospese, cercando di trovare il modo migliore per reinventarle.

Come sapete, i bambini che seguiamo sono figli di persone senza lavoro fisso, che cercano di fare qualsiasi lavoro informale per mandare avanti la vita. Anche nella nostra colonia (quartiere) è arrivata la morte a causa del Covid19 e la paura di contagiarsi è cresciuta notevolmente.

Davanti a questa realtà tutte noi abbiamo messo “le mani in pasta” per trovare una via d’uscita, e siamo riuscite a garantire un accompagnamento pedagogico e nutritivo ai nostri bambini e ragazzi.

  • Giardino infantile Tutti i mesi abbiamo preparato dei figli di lavoro per ogni bambino iscritto. Abbiamo realizzato alcuni video d’appoggio alle attività inviandoli a chi aveva accesso a internet. D’altro canto i genitori si sono impegnati ad accompagnare i loro figli e figlie e ci inviavano anche notizie su come stavano procedendo i bambini.
  • Doposcuola Primaria La quarantena cominciò la settimana seguente all’inizio attività. Di fronte alla difficoltà di seguire i ragazzi e ragazze scolasticamente, li abbiamo accompagnati mensilmente con la consegna di una borsa di alimenti.
  • Ciclo Basico Siamo riuscite ad accompagnare gli studenti del Ciclo Basico con chiamate personali o in piccoli gruppetti su Whatsapp, per correggere i compiti o per chiarimenti vari. Ogni maestra aveva un orario per ogni studente… abbiamo rispettato così tutti i protocolli sanitari pur garantendo la “presenza” delle maestre. Lezioni a distanza su piattaforme social non abbiamo potuto realizzarle a causa della mancanza di strumentazione da parte dei ragazzi/e.

 A tutti gli iscritti al CECPO abbiamo consegnato mensilmente una borsa di alimenti grazie al vostro aiuto e alla collaborazione di altre istituzioni locali.

Che il Dio di Gesù Cristo, che mai ci abbandona, benedica la vostra vita, e come dice San Paolo: “Siate sempre lieti nel Signore e la vostra bontà sia nota a tutti”. (Fil. 4-4)

Grazie di cuore a tutti e a tutte e che la Famiglia di Nazaret, trovi casa e si fermi nelle vostre famiglie e comunità.

Buon Natale

 Paty Gaitán, sorella nella diaconia