Noi cristiani dobbiamo sempre ricordare la missione di “completare la misura” che manca alla Passione di Cristo (Cfr. Col 1,24). Gesù è venuto a salvare il mondo, ma ha voluto lasciare una parte alla Madonna e una parte anche a noi. Lui avrebbe potuto pagare tutto. Invece ha dato potere alle nostre azioni di “completare”. Supponiamo che il debito fosse di un milione; che cosa ha fatto Gesù? Ha dato novecentomila lire e poi ha consegnato a me e a tutti noi diecimila lire e ha detto:

“Trafficate le diecimila lire per completare le centomila mancanti e allora la misura sarà completa”. Non ci ha dato la somma per saldare il debito, ma ha voluto che noi ponessimo la nostra parte e così completassimo la salvezza del mondo. Perciò la misura completa per la salvezza di tutti gli uomini è formata da ciò che ha messo Gesù, più ciò che ha messo Maria, più quello che mettiamo noi.

La parte che ha posto la Madonna è stata una integrazione della parte del Cristo, altrimenti Dio non avrebbe chiamato la Madonna a soffrire sul monte Calvario. Gesù avrebbe detto alla Madonna: “Mamma, adesso è tanto caldo, ti accompagno a casa di una persona che ci vuole tanto bene, rimani là una quindicina di giorni, io intanto andrò a Gerusalemme.” – “E la festa di Pasqua?” – “Ti dispenso io; per quest’anno non andrai a Gerusalemme per la Pasqua, perché sei un po’ deboluccia e palliduccia”. Un bel giorno la Madonna si sarebbe trovata sul balcone di casa a leggere il giornale e sarebbe giunto improvvisamente il Signore: “Eccomi qui, morto e risorto; sono morto, ma ora tutto è passato!” Il Signore avrebbe potuto fare così. Io con mia mamma avrei fatto così; umanamente parlando tutti noi avremmo fatto così. Invece no: la Madonna doveva avere anche lei la sua passione per essere la corredentrice del genere umano.

Guardate che questo pensiero è importantissimo, perché in tal modo la Madonna non diventa più piccola, ma più grande. Allora sentiamo Gesù che dice: “Mio padre e mia madre sono coloro che fanno la volontà del Padre.” (Cfr. Mt 12,46-50) In quel momento Gesù esalta la Madonna ancora di più perché non c’è stata creatura, dopo Gesù, che abbia fatta la volontà del Padre come la Madonna