IL RAPPORTO CON DIO CAMBIA IL RAPPORTO CON LE PERSONE

Questa sera non ci sarà l’impegno di vita, così volevo condividere con voi un pensiero. Domenica scorsa nell’omelia don Giuseppe ha detto che la Quaresima è un cammino che porta ad un cambiamento. Ultimamente ho vissuto un cambiamento nel mio rapporto con Dio, con la preghiera, con l’eucarestia. Ma ho capito che sarebbe tutto sterile se rimane fine a se stesso, se non cambia anche il rapporto con le persone che ci stanno vicino. In questi giorni mi sono riappacificato con un persona, dopo un lungo periodo di incomprensione e di disagio. Ho cercato di cambiare il mio punto di vista, di mettermi nei suoi panni, di essere di attento nell’ascoltarla.

Massimo

ABBANDONARSI A DIO DA FRUTTI ABBONDANTI

In questo tempo ho ringraziato il Signore per i doni ricevuti nel corso della vita. Ho potuto constatare come Lui li abbia saputi moltiplicare, nonostante i miei peccati e varie ritrosie, ogni volta che in fondo mi ha chiesto di fidarmi proponendomi di aderire al suo progetto di bene. Così davanti al tabernacolo in adorazione, ho capito quanto è stato  vitale in certi passaggi della vita, abbandonarsi al suo amore, perché poi anche quando tutto sembrava perduto, per effetto di potature importanti, in realtà è tornato moltiplicato e così in abbondanza da sentire il bisogno dei fratelli, con cui condividere l’esperienza fondamentale di sentirsi suoi figli amati e gratis per poter disporre con gioia della vita donata. Prego davvero con il cuore che possiamo custodire  l’unità delle nostre vite da figli gioiosi, per una carità tra noi che sia il frutto di questa unità con Lui.

Vito